Gio. Ott 6th, 2022
acaro

Meno conosciuto tra i parassiti con cui possiamo trovarci a combattere l’acaro del piccione è invece piuttosto presente anche nelle grandi città a causa della diffusione sempre maggiore di volatili, soprattutto piccioni e colombi.

Vediamo cos’ è l’Acaro del piccione e come trattarne la disinfestazione.

Cos’è l’acaro del piccione?

Comunemente definito “acaro del piccione” questo parassita è in realtà una zecca con alcune caratteristiche diverse dal parassita che più comunemente conosciamo ed è definita con il nome scientifico di Argas Reflexus o “zecca molle” poiché non presenta l’abituale scudo dorsale che siamo soliti trovare sugli altri esemplari di questo parassita.

Come riconoscere l’acaro del piccione

Dal punto di vista anatomico il suo corpo ha una forma piuttosto piatta e una colorazione striata che la rende facilmente riconoscibile. Purtroppo, come le zecche comuni, anche l’acaro del piccione può rappresentare un pericolo per l’uomo. Il parassita infatti si nutre di sangue e può mordere anche l’uomo causando irritazioni, infezioni e trasmettendo agenti patogeni anche piuttosto pericolosi.

Come verificare l’infestazione dell’acaro del piccione

Al termine del pasto di sangue la zecca o acaro del piccione tende a staccarsi dal corpo dell’animale domestico. Nel caso in cui troviate un esemplare sospetto il consiglio è quello di andare a controllare nelle zone più umide e buie del terrazzo la presenza di altri esemplari.

Il ciclo vitale di questo parassita si compone di cinque fasi dalle uova all’esemplare adulto è un solo esemplare adulto può deporre fino a 100 uova. Le uova vengono deposte solitamente vicino al possibile pasto perché già alla nascita l’acaro del piccione deve nutrirsi di sangue.

Come effettuare la disinfestazione contro l’acaro del piccione

Se vi accorgete di avere un’infestazione da acaro del piccione l’unica soluzione davvero efficace è rivolgersi sin da subito ad un professionista e ad una ditta specializzata come disinfestazionemilano.it. Questo parassita infatti ha una grandissima resistenza e può resistere fino a 7 anni senza effettuare un pasto.

Una ditta qualificata saprà sin da subito valutare la gravità dell’infestazione e intervenire prontamente non solo per debellare la presenza di tutti gli esemplari di parassiti esistenti ma anche di consigliare tutte le accortezze necessarie per evitare una recidiva nei mesi successivi.

E’ fondamentale infatti intervenire non solo contro gli esemplari adulti ma anche sulle uova per evitare che l’infestazione si ripresenti a distanza di poco tempo dal primo intervento.

Considerando la pericolosità di questo parassita per l’uomo e per altri animali domestici è molto importante affidarsi a mani specializzate che sapranno affrontare il problema velocemente e con metodi sicuri ed efficaci sin dal primo intervento.