Pubblica Annuncio Gratis

La tartaruga greca (Testudo graeca)

Area di sviluppo

La tartaruga greca o anche detta tartaruga moresca è un rettile che appartiene alla famiglia delle testuggini. La specie della tartaruga greca si è sviluppata nella regione paleartica (una delle sette zone ecozone che dividono la superficie terrestre ed include l'Europa, l'Asia a nord dell' Himalaya, l'Africa settentrionale e la zona nord e centrale della penisola arabica.

In Europa si è sviluppata in Italia, Grecia orientale, Spagna, Turchia, in alcune isole del Mediterraneo. In Asia si trova in Turchia, in Asia Minore, Iran.

Nel Nord Africa è diffusa invece in Marocco, Algeria, Tunisia e Libia.

In Italia questa specie è stata introdotta in epoca storica. La sottospecie più diffusa è la Testudo graeca ibera. Colonie di testudo graeca allo stato selvatico si trovano a Pantelleria e in Sardegna.

Morfologia

La tartaruga testudo graeca è spesso confusa con la tartaruga testudo hermanni; la testudo graeca è riconoscibile per la presenza di tubercoli cornei ai lati delle cosce; inoltre a differenza della testudo hermanni, la testudo graeca è priva, all’apice della coda, dell’astuccio corneo, elemento fondamentale della testudo hermanni.

Altra differenza è lo scuto sopracaudale che nelle testudo hermanni è doppio.

Nella Testudo graeca ibera, la sottospecie più diffusa in Italia, le dimensioni medie degli adulti sono di 25 cm nelle femmine e di 16 cm nei maschi.

Di testudo graeca sono conosciute e descritte ben sette sottospecie: testudo graeca graeca, testudo graeca anamurensis, testudo graeca iberia, testudo graeca nikolskii, testudo greca terrestris, testudo graeca whitei, testudo graeca zarudnyi.

Attività

Le tartarughe greche sono animali ectotermi e nelle prime ore della giornata si crogiolano al sole per innalzare la temperatura corporea ed attivare le funzioni metaboliche.

Raggiunta la temperatura corporea per l’attivazione degli enzimi che occorrono per la digestione, le tartarughe si mettono alla ricerca di cibo.

Quando le temperature atmosferiche sono superiori ai 27 °C diventano apatiche e cercano refrigerio scavando piccole buche o riparandosi in piccoli anfratti.

Letargo

A partire dalla metà di ottobre la tartaruga greca, come quasi la maggior parte, inizia a mangiare meno.

Diventano sempre più apatiche e, verso novembre o dicembre a seconda della latitudine, iniziano ad interrarsi o a ripararsi in luoghi protetti e cadono in letargo.

Con il risveglio inizia il corteggiamento da parte del maschio con un rituale che prevede inseguimenti, morsi e colpi di carapace alla femmina.

Il maschio di testudo graeca è molto aggressivo e si consiglia la separazione dalla femmina e dagli altri maschi al di fuori dell'accoppiamento.

Alimentazione

Le tartarughe sono rettili prettamente vegetariani

Il tarassaco, la cicoria e il radicchio sono alcune  verdure adatte alla loro alimentazione per l'alto rapporto di calcio rispetto al fosforo e per le fibre in esse contenute.

Evidente segno di una cattiva alimentazione è un carapace con gli scuti appuntiti e scanalati nelle suture, ossia un carapace a forma di piramide.

Annunci Tartaruga greca

Guarda tutti gli annunci

Vendesi Cuccioli di Tartaruga greca - Da Privato

Rettili e Anfibi Tartaruga greca

Testudo ibera

Vendo testudo graeca ibera del 2010 con cites fonte D e microchip, molto belle. [Dettagli annuncio]

Data: 02/03/2012 - Città: Prato - Prov.: Prato