Gio. Ott 6th, 2022
cane

Il nostro cane è un vero e proprio membro della famiglia, e per questo è importante proteggerlo da qualsiasi minaccia, come quella dei parassiti. Pulci e zecche sono molto diffuse nel nostro Paese, e lo stesso vale per i pappataci, che possono persino trasmettere la leishmaniosi canina. Per questo è fondamentale effettuare una buona opera di prevenzione, utilizzando degli antiparassitari per cani.

Antiparassitari per cani: cosa sono e come si usano

Gli antiparassitari per cani sono dei prodotti studiati proprio per tenere lontani i parassiti. Sono molto utili, e non sono in alcun modo dannosi o tossici per i nostri animali domestici. Bisogna solamente fare attenzione nel caso dei cani troppo piccoli, scegliendo dei prodotti antiparassitari realizzati per i cuccioli. Possiamo anche chiedere consiglio al veterinario, che saprà indicarci l’opzione migliore in base all’età del nostro amico a quattro zampe.

Ne esistono di diversi tipi, e negli ultimi anni molti hanno apprezzato la semplicità delle soluzioni spot-on, che utilizzano un gel da applicare dietro il collo del cane.

Ogni antiparassitario ha una durata ben precisa nel tempo, dopo la quale perde efficacia. Ciò significa che per tenere alta la protezione dobbiamo applicare periodicamente questi prodotti. Suggeriamo di segnare sul calendario quando termina l’efficacia dell’antiparassitario.

Riconoscere pulci e zecche

Riconoscere la presenza di eventuali parassiti può fare la differenza. Le zecche fortunatamente sono piuttosto facili da individuare, sono visibili a occhio nudo e quando si nutrono diventano più grandi. Si attaccano alla pelle del cane, e possiamo sentirle anche con il tatto, accarezzando il cane a livello della cute.

Le pulci invece sono più piccole, simili a piccoli puntini neri, e sul pelo scuro sono difficili da riconoscere. Se il cane ha un forte prurito suggeriamo di prendere una lente d’ingrandimento, e iniziare a esplorare il pelo alla ricerca delle pulci.

Attenzione ai posti che frequentiamo

Oltre all’uso di antiparassitari per cani è importante evitare gli habitat dove i parassiti potrebbero proliferare. Di solito pulci e zecche sono molto diffuse negli ambienti meno curati, dove domina lo sporco e l’erba alta. Per questo sconsigliamo di portare il cane a fare delle passeggiate in zone di questo genere, come ad esempio dei parchi poco curati o delle aree di boscaglia.

Inoltre bisogna fare attenzione anche al proprio giardino, mantenendolo il più possibile ben curato. Si tratta di uno degli ambienti dove il cane potrebbe passare più tempo, e dobbiamo ridurre il più possibile i rischi legati ai parassiti. L’erba va tagliata periodicamente, ed è importante tenere un alto standard di pulizia.

Perché i parassiti sono pericolosi?

I parassiti possono essere molto pericolosi per la salute del nostro animale domestico. Pulci e zecche si nutrono del sangue del cane, mordendo la pelle. In quel momento è possibile che trasmettano virus e batteri, provocando malattie e infezioni. In più non bisogna dimenticare che tendono a generare un forte fastidio, spingendo il nostro amico a quattro zampe a grattarsi in maniera anomala. Nei casi peggiori il cane finisce per grattarsi fino a sanguinare, lasciando l’epidermide indifesa contro eventuali infezioni.

Un’altra specie di parassiti, i pappataci, può provocare persino la leishmaniosi canina, una malattia che se non curata in tempo può portare alla morte del cane. La leishmaniosi può essere riconosciuta attraverso vari sintomi, come ad esempio un eccesso di debolezza nell’animale, forme di dermatite e sanguinamenti dal naso. Non esitate a contattare il veterinario, che prescriverà tutte le analisi del caso, per capire se effettivamente il cane è affetto da questa patologia.